Egitto: Moody’s e Standard & Poor’s abbassano rating

Pubblicato da: MatteoT - il: 01-02-2011 8:44

Prima era stata la volta di Moody’s, ma oggi anche Standard & Poor’s ha annunciato di aver ridotto il rating del debito egiziano da Bb+ a Bb ipotizzando un nuovo abbassamento entro tre mesi come causa dell’instabilità politica.

«Dal nostro punto di vista, l’instabilità politica e i disordini rallenteranno la crescita economica dell’Egitto e avranno un effetto sulle sue finanze pubbliche», afferma S & P in un comunicato. Il declassamento di oggi non toglie comunque che l’Egitto resti nel novero dei Paesi il cui debito è considerato «solvibile». S & P ha detto di «mettere il debito a lungo termine dell’Egitto sotto un outlook negativo», suscettibile cioè di essere ulteriormente tagliato nei prossimi mesi.

«Sono per un’uscita onorevole per il presidente Mubarak», ha dichiarato l’ oppositore Mohamed ElBaradei, mentre centinaia di migliaia di manifestanti rivendicavano le dimissioni del presidente in carica da trent’anni. «Volteremo pagina. Quanto al passato, perdoniamo», ha aggiunto, lasciando intuire che il presidente egiziano non sarebbe processato se lasciasse il potere, come chiedono i dimostranti e l’opposizione.

Opinioni che non riscuotono però unanime consenso nell’ambito del movimento di contestazione. «Vogliamo che Mubarak sia processato. ElBaradei non parla a nostro nome», ha detto l’attivista Mohamed Waked del gruppo di opposizione Kefaya («basta!» in egiziano). Un quadro quindi ancora molto confuso, su cui si staglia l’ombra inquietante dei Fratelli Musulmani, l’organizzazione islamica integralista che sostiene per il momento ElBaradei.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89% di conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.