Eni: cedola di 1 euro, ecco tutti i dati

Pubblicato da: MatteoT - il: 10-03-2011 13:13

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Il Cda di Eni ha approvato il bilancio consolidato ed il progetto di bilancio di esercizio per l’anno 2010, rispettivamente hanno chiuso con un utile netto di 6.318 milioni di euro e di 6.179 milioni di euro, in linea con i risultati preliminari annunciati il 16 febbraio scorso.

Il Cda ha proposto all’Assemblea la distribuzione di 1,00 euro di dividendo per azione, di cui 0,50 euro già distribuiti nel settembre 2010; il dividendo a saldo di 0,50 euro verrà pagato a partire dal 26 maggio 2011, con stacco cedola il 23 maggio 2011.

Il dividendo di Eni e’ sostenibile con uno scenario del prezzo del petrolio intorno ai 70 dollari al barile. E’ quanto prevede il piano industriale 2011-2014 del Cane a Sei Zampe presentato a Londra dall’amministratore delegato Paolo Scaroni.

La crisi libica non avra’ nessun impatto sui risultati 2011 di Eni visto che gli effetti negativi della minore produzione vengono compensati dal maggiore prelievo di gas dgli altri paesi e dalle conseguenti minori penali sui contratti gas take or pay.

Lo ha spiegato l’amministratore delegato dell’Eni, Paolo Scaroni, nel corso della presentazione del piano industriale 2011-2014. ”Ogni giorno che aggiungiamo prelievi da take or pay riduciamo le penali” ha detto ”e le minori penali take or pay piu’ che compensano le perdite registrate dall’E&P”

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.