Processo Bnl-Unipol: chiesti 3 anni per Fazio

Pubblicato da: MatteoT - il: 20-04-2011 13:56

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central!  Provo adesso >>

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central! Provo adesso >>

4 anni e 7 mesi per l’ex presidente Unipol, Giovanni Consorte, e 3 anni e 6 mesi per l’ex governatore di Bankitalia, Antonio Fazio; sono queste le richieste della procura di Milano, al quale aggiunge una pena di 700mila euro per Fazio e di 1,2 milioni di euro per Consorte nell’ambito del processo sul tentativo di scalata Unipol a Bnl.

I pm hanno poi chiesto 3 anni per Ricucci e Coppola, mentre viene sollecitato l’assoluzione per il finanziere bresciano Emilio Gnutti. E’ stata inoltre domandata, al termine della requisitoria, la condanna per tutti i banchieri coinvolti nel caso.

Nel processo, che si celebra davanti ai giudici della prima sezione del tribunale di Milano, gli imputati sono 21 persone fisiche e 7 società. Nel rappresentare la posizione di Fazio, la procura ha sostenuto che “il regista dell’operazione è la Banca d’Italia”, definita “autocratica e autoreferenziale”.

Secondo la ricostruzione della procura Fazio aveva “una visione medievale della vigilanza”, concetto che per il pm Luigi Orsi l’ex governatore ha ribadito anche quando è venuto a testimoniare in aula, ed era stato proprio Fazio a “porre le premesse perché qualcuno facesse l’operazione prima ancora che ci fossero Consorte, Fiorani…”, sottolineando che “senza la Banca d’Italia questa operazione non si fa”.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.