Fiat-Chrysler: la fusione s’ha da fare

Pubblicato da: MatteoT - il: 25-05-2011 8:12

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

La fusione tra Fiat e Chrysler si farà, anche se non a breve ma solamente dal 2012 in poi: «Non ha senso tenerle separate, ma non è una questione immediata per il 2011. Non è una cosa che faremo a breve» ha detto l’ad del Lingotto Sergio Marchionne proprio sulla possibile fusione tra Fiat e Chrysler.

«Gestire due organizzazioni separate – ha affermato – per un costruttore generalista non è razionale. Dobbiamo trovare una soluzione, ma non ho una risposta immediata. Non è un tema cruciale da affrontare subito».

La Fiat conquisterà il 51% di Chrysler «nel quarto trimestre» ha poi aggiunto all’indomani del rimborso ai governi di Usa e Canada dei 7,6 miliardi di dollari di debito della casa di Auburn Hills. «Il veicolo deve essere omologato. Lo faremo appena possibile», ha aggiunto l’amministratore delegato del Lingotto alludendo al terzo Performance Event, cioè l’omologazione di un auto in Usa a bassissimo consumo, che permetterà a Fiat di salire di un altro 5% in Chrysler.

Alla domanda sui tempi per esercitare l’opzione sulla quota del Tesoro Usa, Marchionne ha detto: «più aspettiamo più costa». E su altre possibili opzioni a pagamento per salire ulteriormente nel capitale della casa di Detroit ha spiegato che «la possibilità c’è sempre». «Dal primo giugno i conti Chrysler saranno consolidati nel bilancio Fiat» ha aggiunto l’amministratore delagato della casa automobilistica torinese.

«Non ho cambiato idea su Fabbrica Italia e sugli investimenti per realizzare» il progetto. Ha risposto Marchionne, sugli investimenti da 20 miliardi di euro previsti per il piano Fabbrica Italia.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.