Manovra finanziaria: arriva la tassa sulle banche

Pubblicato da: MatteoT - il: 29-06-2011 15:10

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

«Non c’è dubbio che chi prende delle decisioni oggi sulla situazione economica si prende delle responsabilità anche per domani». Lo ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano aggiungendo di essere in attesa di conoscere il contenuto della manovra economica annunciata e augurandosi che ci sia «uno sforzo convergente nell’interesse del Paese» e chiedendo di «avere fiducia nell’Italia».

Nell’ultimo aggiornamento della bozza troviamo anche la presenza di un’imposta di bollo pari allo 0,15% sulle transazioni finanziarie ad esclusione dei Titoli di Stato; ieri Borsa italiana ha espresso «profonda preoccupazione» sull’ipotesi di inserimento della tassa che andrebbe a colpire proprio le compravendite in Piazza Affari. «L’imposta – si legge nella bozza – è determinata applicando l’aliquota dell’1,5 per mille sul valore delle transazioni».

Sarà invece del 35% la tassa sulle attività di trading speculativo svolte dalla banche La misura tra le Disposizioni di entrata introduce un nuovo articolo nel Testo unico per le imposte sui redditi: «Tassazione separata del risultato complessivo netto della gestione delle attività finanziarie detenute per la negoziazione» per le banche. Esclusi i titoli di debito e gli Oicr (Organismi d’investimento collettivo di risparmio).

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.