Marchionne: “Il 2012 sarà ancora difficile”

Pubblicato da: MatteoT - il: 02-12-2011 15:21

🥇Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

🥇Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

La polemica tra l’amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, ed i sindacati non si placa. L’ad di Fiat rilancia sulle dichiarazioni di ieri in cui attaccava i sindacati della Fiom ed, a chi gli chiede se il gruppo abbandonerà l’Italia, si limita a dire: “Le mie parole di ieri erano di una chiarezza incredibile. I mercati sono assolutamente tranquilli. Non abbiamo niente da aggiungere alle dichiarazioni di ieri”.

Il manager è poi tornato a ribadire il “totale appoggio al governo Monti” e a parlare delle difficoltà del mercato dell’auto 2: “Abbiamo detto che il 2011 sarebbe stato un anno difficile. Lo sarà anche il 2012. Il campo automobilistico è in stagnazione”.

I sindacati però non ci stanno e Giorgio Airaudo, responsabile auto della Fiom attacca: “Quella in corso qui a Torino non è una trattativa, perchè la Fiat sta solo comunicando che estenderà l’accordo di Pomigliano a tutti gli stabilimenti. Ciò che abbiamo ritenuto sbagliato a Pomigliano non lo firmeremo ora. Il governo deve intervenire – prosegue – e le parole di Marchionne sembrano un’intimidazione”.

Airaudo chiede quindi al governo di intervenire: “Apprezzo che Marchionne si sia corretto – osserva riferendosi alle dichiarazioni sull’Italia – perché è inutile minacciare il Paese. Non può essere la Fiat a decidere quale governo deve intervenire. Per quanto riguarda le minoranze che bloccano tutto mi chiedo come si possa pensare che 7mila sì, quanti sono i voti a Pomigliano, alla ex Bertone e a Mirafiori, possano decidere per 86 mila lavoratori“.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

Turbo24, i primi certificati turbo quotati H24 al mondo, barrier, vanilla options e CFD...

Scopri di più
X
E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74/89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

Apri un conto demo gratuito con AvaTrade ✅ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente.

 

Approfitta dei nostri Expert Advisor e delle piattaforme di copy trading, oltre al trading sulle criptovalute 24/7. Con licenze di regolamentazione in 6 giurisdizioni, garantiamo un’esperienza di trading senza difficoltà.

 

AvaTrade è orgoglioso di essere partner globale del Manchester City, campioni della premier league 2018/19