Europa: immatricolazioni in calo, crollo per Fiat

Pubblicato da: MatteoT - il: 16-12-2011 21:27

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Nell’Europa dei 27 più gli Stati Eftf, nel mese di novembre, le immatricolazioni di auto nuove sono calate di 3,5 punti percentuali attestandosi a 1.030.414 unità. Lo rende noto l’acea, precisando che nei primi undici mesi dell’anno il dato segna una flessione dell’1,4% rispetto allo stesso periodo del 2010.

Il gruppo Fiat ha venduto, nell’undicesimo mese di novembre, 67.640 vetture, l’11,7% in meno rispetto a soli dodici mesi fa. Tra i costruttori il primato resta del gruppo Volkswagen (+5,8% le immatricolazioni e quota salita al 23,7%), seguita da Psa Peugeot Citroen (-13,2% e quota in flessione all’11,7%), Renault (-1% e quota al 10,7%), Gm (-10,8% e quota all’8,2%) e Ford (-5,5% e 7,5%).

“Il risultato di novembre è influenzato dai dati provenienti dal mercato italiano, che è di riferimento per il Gruppo”. In crescita tutti i marchi di nicchia del gruppo Fiat da Lancia a Chrysler, passando per Jeep. Alfa Romeo, nei primi 11 mesi dell’anno ha venduto in Europa oltre 122 mila vetture, il 21,5% in più rispetto al 2010 con una quota dell’1%, in crescita di 0,2 punti percentuali nel confronto con l’anno scorso.

Novembre positivo invece per i marchi di lusso e sport: Ferrari e Maserati con le loro 262 immatricolazioni hanno avuto una crescita dell’11% rispetto allo stesso mese del 2010. Per la Maserati, nel progressivo il modello di maggior successo si è confermato la GranTurismo che, con oltre 840 unità immatricolate, ha aumentato le proprie quote di segmento in Italia, Svizzera e Regno Unito.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.