Eni la Libia: contratti petroliferi non a rischio

Pubblicato da: MatteoT - il: 01-01-2012 21:09

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

La Libia ha precisato che la revisione chiesta per i contratti con il “cane a sei zampe”, l’Eni, non riguarda la fornitura di petrolio, ma lo sviluppo di progetti collaterali. Ecco il comunicato emesso oggi dal primo ministro libico, Abdel Rahim al-Kib.

“Per evitare confusione – chiarisce il comunicato ufficiale del primo ministro – vogliamo precisare che le attività oggetto di revisione riguardano i progetti di sviluppo sostenibile compresi nel memorandum d’intesa siglati da Eni e dalla Libia. Il petrolio e il gas non sono interessati“.

La puntualizzazione si è resa opportuna dopo che alla vigilia di Capodanno, dalle stesse fonti di Tripoli, erano giunte parole preoccupanti sulle importanti forniture energetiche siglate sotto il regime del colonnello Muammar Gheddafi.

“Il capo del governo di transizione Abdel Rahim al-Kib – era scritto nella nota del 29 dicembre firmata dall’ufficio del primo ministro – ha informato l’amministratore delegato dell’Eni, Paolo Scaroni, incontrato mercoledì, che i contratti firmati tra il gruppo e il vecchio regime saranno rivisti e riesaminati conformemente agli interessi della Libia prima di essere applicati”.

Tutto il mondo, si leggeva ancora in quella nota, “dovrà rispettare le scelte del popolo libico: le compagnie straniere che lavorano in Libia dovranno provare che sono partner della Libia e non di Gheddafi e del suo regime”. All’Eni, nell’occasione, era stato chiesto “un ruolo significativo nella ricostruzione delle città distrutte dalle forze di Gheddafi“.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central