S&P 500: il migliore primo trimestre dal 1998

Pubblicato da: MatteoT - il: 01-04-2012 11:20

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

L’ultima giornata di contrattazioni ha visto Wall Street contrastata. Il Dow Jones ha registrato un aumento dello 0,5%, pari a 66,22 punti, e si e’ fermato a quota 13.212,04. Il Nasdaq ha registrato una perdita dello 0,12%.

In evidenza tra i titoli Research In Motion, che vira in positivo rispetto alle contrattazioni del premercato salendo del 2,5% circa. Il Philadelphia Semiconductor Index riduce i guadagni a +0,14%. Intel -0,26%, Cisco -0,02%, Microsoft +0,23%, Apple -0,14%, SanDisk -1,89%.

Tra i bancari e finanziari, bene AIG +1,30%, Charles Schwab +0,98%, Bank of America vira in rosso con -0,72%, JPM piatta con -0,09%, American Express -0,43%. L’ETF che replica la performance dei finanziari nello S&P 500, ovvero il Financial Select Sector SPDR ETF, è in calo dello 0,10%.

L’S&P500 ha chiuso in bellezza il primo trimestre del 2012, con un rialzo del 12% circa: si tratta del primo trimestre migliore dal 1998, stando a quanto riporta Bloomberg. Solo a marzo, inoltre, l’azionario Usa è salito del 2,8%, su per il quarto mese di fila, la scia positiva più lunga dal 2009.

Più di 3.500 miliardi di dollari sono stati “riguadagnati” da Wall Street da quando lo S&P ha testato il minimo del 2011 lo scorso ottobre: tutto merito di dati economici migliori delle stime, degli utili societari e di una maggiore fiducia sulla crescita degli Stati Uniti: fiducia che in realtà si è smorzata proprio negli ultimi giorni.

Lascia un Commento

X

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.