Chrysler: continua il momento d’oro. Immatricolazioni a + 34%

Pubblicato da: MatteoT - il: 04-04-2012 15:31

Il buon momento di Chrysler Group continua senza sosta. Nel mese di marzo 2012 la casa di Detroit, parte del gruppo Fiat, ha registrato, per gli Usa, un aumento delle immatricolazioni pari al 34%. Le immatricolazioni, in questo modo, sono salite a 163.381 contro le 121.730 dello stesso periodo del 2011.

Si tratta del miglior marzo dal 2008 e il 24esimo aumento mensile consecutivo. Per la casa americana quello appena andato in archivio è stato anche stato il miglior primo trimestre dal 2008. Il mese di marzo 2012 è stato anche il decimo che ha fatto registrare aumenti superiori al 20%.

Come si legge nel comunicato della società, a contribuire alla performance positiva è stato il buon andamento dei marchi Chrysler, Jeep, Dodge, Ram Truck e Fiat, che hanno registrato aumenti rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. In particolare, il marchio Fiat ha registrato, grazie a una base bassissima, un aumento del 642% rispetto a marzo 2011, quando è stata lanciata sul mercato americano la Fiat 500 (il mese scorso sono state vendute 3.712 unità).

“La combinazione di maggiore disponibilità di credito, miglioramento dell’economia e aumento della domanda hanno sostenuto le vendite”, ha detto Reid Bigland, amministratore delegato del marchio Dodge, sottolineando che “grazie a questi fattori abbiamo visto crescere le immatricolazioni in tutti i settori”.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com