Banca Network prossima al fallimento: cosa fare se si è correntisti?

Pubblicato da: MatteoT - il: 15-06-2012 22:44

«Non sono più padrone dei miei soldi». Sono queste le parole di Massimo, correntista di Banca Network, rilasciate a Il Sole 24 Ore. Massimo è uno dei 30mila risparmiatori ai quali, Banca Network, dal 31 maggio del 2012 ha bloccato il conto.

Sorprende il fatto che l’istituto di credito, nato da una costola della Popolare di Lodi di Gianpiero Fiorani, non abbia inviato nè un preavviso e tantomeno una comunicazione ai propri clienti. Per Banca Network è stato sufficiente un comunicato apparso sul sito nel quale viene spiegato che la misura è stata necessaria per «fronteggiare la situazione di difficoltà».

«A casa non è arrivata nessuna comunicazione, telefonate o avvisi via mail. Niente». Massimo vive a Milano da appena 2 mesi: a Messina ha lasciato la moglie e due figlie. Come altri malcapitati ha scoperto il blocco per caso.

«Sono andato dal meccanico per riparare la macchina guasta. Ho pagato col bancomat ma risultava bloccato. Ho chiamato il promotore e mi ha detto di questo provvedimento del 31 maggio». Banca Network dal novembre del 2011 è in amministrazione straordinaria: l’istituto ora è in mano a due commissari nominati dalla Banca d’Italia, gli stessi che hanno deciso lo stop ai pagamenti

I conti di Banca Network, che ha tra i principali azionisti la Sopaf dei fratelli Magnoni, il gruppo assicurativo britannico Aviva, il Banco Popolare e De Agostini, raccontano una situazione sull’orlo del fallimento, in cui per ora a rimetterci sono i clienti. «Non solo non posso prendere i miei soldi, ma la cosa più grave ancora è che non può neanche essere accreditato lo stipendio perchè la banca è inesistente».

Quali sono le altre banche italiane sotto amministrazione straordinaria? A rischio ne troviamo altre 10; ecco l’elenco completo: Delta/SediciBanca, Bcc di Cosenza, Carim – Cassa Risparmio Rimini, Bcc di Tarsia, Bcc “Luigi Sturzo” di Caltagirone, Bcc di Altavilla Silentina e Calabritto, Banca Network Investimenti, Istituto Credito Sportivo, Banca Tercas e Bcc Monastier e del Sile.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com