Asta Francia e Spagna positiva: le Borse virano in positivo

Pubblicato da: MatteoT - il: 21-06-2012 14:41

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central!  Provo adesso >>

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central! Provo adesso >>

La mattinata odierna, dal punto di vista borsistico, è iniziata con sentiment negativo; c’erano da affrontare le aste di titoli francesi ma, soprattutto, spagnoli ed il mercato sapeva che i rendimenti dei bonos avrebbero toccato il nuovo record.

I risultati sono però confortanti: la Spagna non ha problemi a trovare finanziamenti sul mercato primario, ma li ottiene a caro prezzo. Gli investitori istituzionali, però, tendono a stare lontani dal debito spagnolo e sono più che altro le banche, già travagliate di loro, ad acquisire i titoli di stato emessi.

Nella metà mattina odierna sono stati collocati bonos a scadenza 2014 e 2017, con tassi medi del 4,706% (contro il 2,069% precedente) e del 6,072% (contro il 4,960% dell’ultima emissione). La domanda è stata buona, tuttavia i tassi di interesse sono inesorabilmente molto alti. Sopra la famosa soglia psicologica del 6% per il quinquennale.

Nonostante il nuovo rialzo dei rendimenti all’asta, il collocamento ha registrato una domanda in crescita rispetto all’asta precedente con quantitativi assegnati superiori alle attese.

Il Tesoro francese, invece, se la passa decisamente meglio: collocati 8,43 miliardi di euro, in linea con le previsioni. E la novità, ovviamente positiva, è che ciò è avvenuto ad un tasso inferiore rispetto all’ultima emissione.

Sono stati emessi titoli con scadenza febbraio 2017 per 3,337 miliardi di euro al tasso dell’1,43% rispetto all’1,72% dell’ultima asta. Per quanto riguarda i Btan a 4 anni (febbraio 2016) il rendimento e’ stato dell’1,05% e sono stati assegnati 1,1 miliardi di euro.

Piazzati bond a tre anni per 1,22 miliardi di euro (luglio 2015) al rendimento dello 0,83% contro l’1,51% dell’asta precedente del 19 gennaio. Infine collocati 2,775 miliardi di euro in debito a 2 anni (settembre 2014) al tasso medio dello 0,54% contro lo 0,74% dell’ultima asta del 16 maggio.

La differenza tra il tasso a cinque anni spagnolo e francese’ la dice tutta sulla disparita’ della percezione della qualita’ del credito dei due paesi: 6,19% contro 1,43%.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

ESCLUSIVO E TESTATO!

 

Ricevi gratuitamente i segnali di Trading Central!
Segnali Forex e multi-asset + Analisi di Trading Central