Qual è la differenza fondamentale fra forex trading ed opzioni binarie?

Pubblicato da: Luca M. - il: 25-08-2015 15:19

Molte persone ci hanno chiesto se sia meglio operare in forex o con le opzioni binarie. Ed in effetti la prima risposta che ci viene da dare è che si potrebbe provare con entrambi, tanto più che stiamo parlando di mondi diversi ma complementari. Non dimentichiamo che gli operatori del forex utilizzano le opzioni come strumento di copertura proprio per la loro semplicità di uso, a compensazione di operazioni errate.

Ma spesso chi ci fa di queste domande non è certo un traders esperto. Così non ce la sentiamo di farlo scendere in campo nel Forex, dato che uno dei principali rischi con il mondo del Forex è perdere un importo superiore a quello investito nelle singole operazioni.

I rischi del Forex Vs i rischi delle opzioni binarie

apertura-mercati-forex

La prima distinzione tra forex ed opzioni binarie verte il rischio. Si sa, le opzioni binarie sono caratterizzate da un approccio molto semplificato: non richiedono un impiego di denaro, oltre le aspettative. E per essere più precisi: con il forex si rischia anche il capitale depositato, mentre con le opzioni binarie il massimo pericolo in cui si incorre, in caso di perdita, è quello di perdere la somma investita nel trade, e solo quella.

Questo è un aspetto importantissimo soprattutto per chi non ha abbastanza confidenza con il trading e potrebbe trovare difficoltà nel valutare, con un ampio ventaglio di personalizzazione, le proprie scelte di investimento.

Ma non si tratta dell’unica differenza importante che pone una prima linea di demarcazione fra Forex ed opzioni binarie! L’altro aspetto riguarda il versante dei costi. Vediamo insieme il perché.

Con le opzioni binarie meno preoccupazioni nel tempo

investire-in-borsa-con-le-opzioni-binarie

Le opzioni binarie mettono in palio uno stress certamente minore, tenuto conto che non vi sono costi continuativi nel tempo, salvo che la piattaforma non preveda diversamente.

Quindi, non dobbiamo stare lì con il panico che un’operazione si riveli troppo costosa rispetto al nostro effettivo guadagno.

Con il Forex, lasciare aperta un’operazione indefinitamente, dato che il periodo di chiusura lo scegliamo noi, costa un importo non indifferente e dobbiamo essere in grado di valutare la convenienza a lasciare aperta quell’operazione o a chiuderla anticipatamente pur se in perdita, sopportando un costo più indolore per la performance complessiva dell’operazione.

Le incognite nel Forex, però, sono ben diverse da quelle del trading binario ed aumentano il ventaglio delle opportunità. Con le opzioni binarie non ci interessa di quanto abbiamo perso o guadagnato. Oppostamente nel Forex la forbice (bid-ask spread) è importantissima e costituisce uno dei fattori moltiplicativi che contribuisce ad alimentare la perdita o il guadagno!

In compenso, e molto dipende anche dalla piattaforma di trading, sono a nostra disposizione un maggior numero di opzioni di personalizzazione quali l’impostazione dello stop loss che possono aiutarci a personalizzare al massimo il nostro investimento.

In particolare vi sono solitamente differenti modi per cautelarsi dalle perdite, ponendo degli stop loss, ovvero:

  • Impostare un target di prezzo fisso, a partire dal quale l’operazione viene chiusa. Tutto può dipendere dalla dinamica dei prezzi del sottostante. Siamo ad esempio certi che quel target di prezzo è la soglia di supporto, al di sotto del quale i prezzi non scenderanno ed è sulla base di essa che abbiamo stabilito le nostre previsioni. E se ci fossimo sbagliati? In fondo, il mercato lascia sempre adito a sorprese! Allora, non ci resta che cautelarci.
  • Impostare uno stop auto-adattivo (in gergo, definito “trailing stop”). Non abbiamo sotto mano un’analisi minuziosa e puntuale sul sottostante oppure siamo più inclini ad un trading dinamico, che richieda capacità di adattamento e senza cercare di anticiparlo. Semplicemente, seguire “l’onda” dei prezzi rientra nella strategia di molti trader che hanno un’interpretazione del mercato alternativa

Il forex insomma è più impegnativo del trading binario e può essere approcciato, in caso di maggiore esperienza ma può riservarvi soddisfazioni anche maggiori del trading binario.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com