Opzioni Call e Put: cosa sono, a cosa servono, e quali sono i vantaggi

Pubblicato da: Luca M. - il: 28-09-2020 9:36

Nell’universo delle opzioni vanilla troviamo solamente due tipologie di contratti, ovvero quelle di tipo Call, e quelle di tipo Put. Parliamo di una netta separazione che però nasconde al suo interno numerose sfaccettature e altrettante distinzioni. Volendo semplificare il concetto, potremmo dire che le opzioni Call sono rialziste, mentre le opzioni Put possono essere definite ribassiste. Una precisazione che deve essere fatta in merito a tali opzioni, è che ne è possibile sia l’acquisto che la vendita da parte del trader. Facciamo insieme un po’ di chiarezza sull’argomento.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Opzioni Put e Call: cosa sono?

Abbiamo detto che le opzioni Put e Call sono due tipologie di contratti che fanno parte del mondo delle opzioni vanilla. Il trader ha quattro possibilità per operare con tali opzioni, ovvero:

• Comprare le opzioni Call.

• Vendere le opzioni Call.

• Comprare le opzioni Put.

• Vendere le opzioni Put.

Queste sono le azioni basilari che vanno a comporre qualsiasi strategia con le opzioni. In pratica parliamo degli ingredienti che permettono appunto la creazione di tali strategie, al fine di controllare il currency risk mediante il currency hedging. Come anticipato, possiamo trovare numerose variabili sui cui è possibile intervenire nel momento in cui si selezionano e si combinano questi contratti, come lo strike, il sottostante, la scadenza, e molte altre.

Per semplificare ulteriormente il concetto, possiamo dire che:

• Se viene acquistata un’opzione Call, si diventa rialzisti sul sottostante andando long. Al contrario, in caso di acquisto di un’opzione Put, si diventa ribassisti sul sottostante.

• Se viene venduta un’opzione Call, si diventa ribassisti o laterali-ribassisti, in base allo strike con cui l’opzione è venduta, ma anche della distanza rispetto a quello che è il prezzo del sottostante nel determinato momento. In gergo questa possibilità è definita moneyness. Nel caso della vendita di un’opzione Put invece, si diventa laterali-rialzisti o fortemente rialzisti, a seconda di dove questa sarà venduta.

Acquisti opzioni put e call: vantaggi rispetto al trading tradizionale

Rispetto al trading tradizionale, l’opzione vanilla put o call presenta alcuni indiscutibili vantaggi. Uno dei principali risiede sicuramente nel fatto che l’eventuale perdita prefissata è limitata. Questo consente una migliore gestione del Risk Management, senza dover necessariamente ricorrere al famigerato Stop Loss. Quest’ultimo infatti, mostra un grande limite rispetto alle opzioni.

Lo Stop Loss viene utilizzato secondo una dinamica “touch/no touch”. Ciò significa che nel momento in cui viene toccato, arginerà la perdita, ma chiuderà anche la posizione. Questo porta inevitabilmente ad una conseguenza: se quel determinato trade dovesse andare in una direzione favorevole rispetto a quella che era l’intenzione iniziale, dopo aver “toccato” lo stop loss si verrebbe tagliati fuori dai giochi.

Parliamo di una situazione che si verifica davvero molto spesso, a dire il vero anche particolarmente frustrante, e per cui non esiste una soluzione. O meglio, la soluzione c’è, ma si deve ricorrere ad un altro strumento, che permetta di coprire ugualmente il rischio, ma in modo più flessibile e dinamico, quindi che non sia di tipo “touch/no touch”. Chiaramente questo rappresenta un costo per il trader, ma come tale va gestito.

In altre parole parliamo di una voce di spesa da inglobare nel proprio business plan. Non a caso le opzioni rappresentano lo strumento più utilizzato dai grandi investitori per limitare il rischio di cambio, ovvero il currency risk. Per fare currency hedging dunque, le opzioni su Forex, ma anche sui future del Forex, sono il miglior strumento a cui ricorrere. Utilizzando intelligentemente tali opzioni, sarà possibile muoversi in maniera più precisa.
In conclusione possiamo dire che utilizzando le opzioni si potrà controllare il rischio in modo perfetto, evitando la frustrazione data dallo Stop Loss e dalla relativa chiusura della posizione. Al contrario, si potrà tradare con la serenità di stare comunque in posizione.

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un Commento

Trading da mobile in sicurezza? Prova l'app AVATRADE GO con un conto demo gratuito.

Scopri di più
X
E-investimenti.com

E-investimenti.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.