Bitstamp Italia: Opinioni – recensioni – truffa – funziona?

Pubblicato da: TommasoP - il: 31-01-2018 14:49

Se sei alla ricerca di informazioni sull’exchange Bitstamp Italia, allora sei nel posto giusto.

In questa recensione, vogliamo parlarti della sua sicurezza e se lo si deve davvero considerare una truffa o meno.

Ovviamente, come tutte le nostre recensioni, non possiamo non parlarti di Bitstamp opinioni e cercheremo anche di mostrarti come questa giovane startup è cresciuta, visto che è appena nata ed oggi ha solo 6 anni.

In base anche ai volumi di trading che ha fatto registrare, possiamo dirti che si tratta di una piattaforma molto utilizzata, facendo registrare dei risultati sempre a rialzo.

bitstamp home

Bitstamp italia

Bitstamp italia cos’è?

bitstamp home

Bitstamp

A questo punto, compreso bene che si tratta di una piattaforma exchange, procediamo alla sua analisi.

Esso offre un’interfaccia utente di acquisto e di vendita molto semplice, combinata con pagine di trading avanzate e grafici dettagliati o anche dei parametri di trading semplici e di facile comprensione.

Esso oggi fa registrare volumi di trading significativi e rappresenta anche un’ottima soluzione di investimento se lo si utilizza come Exchange a prescindere che si tratta di grandi acquisti o di grandi vendite.

Esso per altro supporta anche l’acquisto di criptovalute tramite carte di debito e di credito.

Bitstamp Italia funziona? Truffa, scam o sicura di trading?

La piattaforma in questione nasce dall’idea di 2 studenti universitari sloveni che a 20 anni hanno deciso di investire in bitcoin.

Era il 2011, quando venne creata Bitstamp.

Lo sviluppatore del software nonché minatore part-time di bitcoin, è Damijan Merlak mentre il venditore di computer Nejc Kodrič mise a segno una nuova scoperta: alcune lacune in merito alla disponibilità di servizi che collegavano le exchange borse a tutti gli utenti europei di bitcoin o di altre criptovalute.

In quel periodo, però, l’unica opzione disponibile era quella di collegare i fondi al Mt. Gox in Giappone.

Nota anche che i trasferimenti in quel periodo richiedevano giorni su giorni, se non anche settimane.

Molto spesso, poi, esso comportava anche delle perdite finanziarie che erano legate all’elevata volatilità del bitcoin.

Ecco quindi che i 2 amici, decisero in quell’occasione di fondare Bitstamp come alternativa al Mt. Gox e quindi creare una nuova opzione per gli utenti che volevano fare trading con i Bitcoin e che provenivano dalla Slovenia o anche dai paesi limitrofi, ma sempre europei.

Quando poi Mt. Gox è crollato all’inizio del 2014, Bitstamp ha iniziato a guadagnare terreno, e ricevere molta più clientela internazionale.

Da allora e fino ad oggi esso è cresciuto enormemente, finanche a diventare un attore importante nel settore.

Ecco l’obiettivo che oggi dunque ci prefissiamo; farti comprendere:

  • Cos’è Bitstamp e quali criptovalute sono negoziabili;
  • Come funziona e come usarlo;
  • Come fare ad aprire e sottoscrivere un portafoglio elettronico;
  • Quali sono le alternative al trading margine senza leva finanziaria con le Crypto.

Bitstamp Italia: regolamentazione

In merito alla sua regolamentazione, si deve ricordare che essa è regolamentata dalla CSSF (Commission de Surveillance du Secteur Financier) con sede in Lussemburgo.

Questo presuppone la possibilità di investire con essa ottenendo dei buoni standard e mantenere i fondi degli utenti sicuri.

Dovrebbe anche supporta il trading di Bitcoin Cash e come tale, assegnare tutti i token BCH dovuti ai clienti.

La piattaforma la potremmo anche definire come una delle più economiche presenti sul mercato e non per questo non considerarla come la più efficiente delle negoziazioni tra persone.

Bitstamp è sicuro? le caratteristiche di sicurezza

A questo punto, non ci resta che esaminare le caratteristiche in merito alla sicurezza.

Come la maggior parte delle Exchange centralizzate di prima generazione, anche Bitstamp detiene le chiavi private dell’utente sulla sua piattaforma.

Qui gli utenti devono fidarsi dell’azienda al fine di proteggere e salvaguardare le proprie monete digitali.

Questo vuol dire anche che gli utenti devono fidarsi dei loro responsabili che devono sempre rimanere “onesti”.

Nel frattempo, molti utenti possono accedono ai fondi tramite dei conti che utilizzano delle password e un’autenticazione a due fattori (2FA).

Per altro se consideriamo che la storia delle criptovalute, possiamo notare come essa ha dimostrato che è necessario evitare di affidare a terzi le proprie chiavi private.

Questo vuol dire che è buona prassi, immediatamente dopo un acquisto, spostare i tuoi asset di criptovalute in portafogli che siano al 100% sotto il tuo controllo.

Ecco il perché in moti casi consigliamo sempre di portare le proprie posizioni su piattaforme di negoziazione ma solo e soltanto nel caso in cui si vuole vendere!

Funzioni di sicurezza

Bitstamp presenta le funzionalità di sicurezza dal momento in cui ti registri e crei un conto.

Solo dopo aver compilato il modulo di registrazione, ti viene inviata un’e-mail contenente un ID cliente e una password nella tua casella di posta.

In questo caso, devi utilizzare l’ID come nome utente e dovresti modificare la password immediatamente al primo accesso.

Nota anche che prima ancora di poter operare sulla piattaforma, devi necessariamente verificare l’account.

Questo prevede anche la possibilità di fornire il tuo nome completo, come anche l’indirizzo postale e la data di nascita.

Documenti richiesti di apertura conto

Al fine di autenticare queste informazioni, Bitstamp richiede il caricamento di un documento di identità che viene emesso dal tuo governo.

Richiede anche la fattura di una utenza domestica che abbia una data non più vecchia di 3 mesi al fine di poter anche dimostrare il luogo di residenza.

Infine, le scansioni del documento devono essere inviate in un formato che sia considerato di buona qualità in termini di immagini e di visibilità.

Nota anche che i documenti non devono essere scaduti e devono essere inviati a prova dell’ID.

Il tempo richiesto in questo caso, non è inferiore a una settimana, affinché il supporto di Bitstamp approvi la tua registrazione.

bitstamp apertura conto

Bitstamp apertura conto

Possibili furti di bitcoin da parte di hacker nella exchange

Purtroppo nel corso della sua vita, Bitstamp ha subito 2 incidenti di sicurezza.

Uno che possiamo definire di poco conto, ed uno invece di notevole importanza.

Nel febbraio 2014, infatti esso è stato vittima di un attacco denial of service DDos.

In pratica la borsa ha sospeso i prelievi per alcuni utenti per 2 giorni al fine di impedire agli hacker di accedere alle chiavi private e incassare i bitcoin.

In questo caso, gli aggressori hanno ricattato Bitstamp e chiesto come riscatto ben 75 bitcoin.

La società ha rifiutato di pagare ed è andata avanti con la sua politica di non negoziazione con i criminali.

Un anno dopo, nel gennaio 2015, poi, un hacker ha violato la sicurezza della borsa e ha rubato circa 19.000 bitcoin.

In breve i ladri hanno utilizzato Skype come anche le comunicazioni via e-mail con i dipendenti per introdurre malware nel sistema di Bitstamp.

Il malware ha effettuato il recupero delle chiavi private dei portafogli più grossi dell’azienda.

La notizia è emersa solo 6 mesi più tardi, nel momento in cui alcuni hanno divulgato un rapporto interno sull’attacco hacker.

Bitstamp ha rifiutato di riconoscere che sia stata vittima di un attacco e ha richiesto che il documento fosse rimosso dal sito web su cui la prova era stata pubblicata.

Verifica del conto: domande invadenti sulla privacy?

Molti hanno purtroppo smesso di usare Bitstamp solo dopo che il supporto ha fatto delle richieste molto invasiva di informazioni personali.

Se è vero che la maggior parte delle exchange richiedono un passaporto e una fattura di utenza domestica al fine di verificare nomi e luoghi di residenza reali, come richiesto dalla legge, è anche vero che Bitstamp richiede ai clienti di fornire informazioni sull’utilizzo dei servizi della concorrenza.

Questo vuol dire richiedere informazioni che sono di carattere personale e compromettere la sicurezza bancaria come anche la privacy dei clienti.

Purtroppo per l’Exchange, questo è un grosso problema.

Bisogna segnalare anche che la maggior parte dei clienti non ricevono questa richiesta di informazioni.

Bitstamp commissioni e costi di gestione

A questo punto non ci resta che esaminare quelle che sono le commissioni richieste.

bitstamp live order

Bitstamp live order

Bitstamp addebita 3 tipi di commissioni:

  1. depositi e prelievi;
  2. trading;
  3. vari servizi.

Il deposito e il ritiro sono invece gratuiti per tutte le criptovalute.

Tuttavia, solo nel caso in cui si parla di prelievo utilizzando BitGo Instant ti costa lo 0,1%.

Anche nel caso si parla di trasferimenti di ripple, il corso è pari allo 0,20% del valore in questione.

È possibile quindi depositare gratuitamente utilizzando bonifici SEPA, anche se ci saranno degli addebiti pari a € 0,90 per prelevare utilizzando lo stesso metodo.

I bonifici internazionali costano lo 0,05% al deposito, con una commissione minima fissata a $ 7,5.

In merito ai prelievi si ricorda che questi costano lo 0,09%, con il minimo fissato a $ 15.

Le commissioni al fine di utilizzare le carte di credito per effettuare acquisti variano a seconda dell’importo in questione.

Il costo è:

  • 8% per importi inferiori a $ 500
  • 7% per importi compresi tra $ 500 e $ 1.000
  • 6% per acquisti superiori a $ 1.000 ma inferiori a $ 5.000
  • 5% per acquisti superiori a $ 5,000.

Nel caso in cui invece si tratta di prelievi di fondi dal tuo conto Bitstamp utilizzando una carta di credito, qui si tenga presente che la commissione è fissa a $ 10 per importi non superiori a $ 1.000.

Per i trasferimenti superiori a $ 1.000, verrà addebitata una commissione del 2%.

Sulle coppie di trading invece si applicano delle commissioni in percentuale che vanno dallo 0,10% allo 0,25%, a seconda dei volumi coinvolti.

Maggiore è la quantità scambiata, minore è il costo percentuale sostenuto.

Bitstamp addebita per altro un lungo elenco di commissioni e di servizio.

L’elenco include la possibilità di effettuare prelievi di contanti rifiutati ($ 0,55), una commissione mensile ($ 1,95) e una tassa di inattività mensile ($ 5).

Vantaggi e svantaggi di Bitstamp italia

bitstamp deposito

Bitstamp caratteristiche

Come in tutte le piattaforme, però ci sono delle caratteristiche meno curate che potrebbero anche rappresentare delle limitazioni.

In particolare li potremmo definire come punti di debolezza.

Per altro, come tutte le Exchange centralizzate, le chiavi sono private e controllate dagli operatori della borsa.

La differenza che intercorre tra Bitstamp Italia e Coinbase Italia sta nel fatto che quest’ultima offre un credito bonus per i nuovi trader, mentre Bitstamp Italia non offre tali omaggi per attirare nuovi clienti.

Per altro, la verifica dell’account richiede un tempo non minore ai 3 giorni che possono anche divenire 6.

Anche i tempi di attesa sono simili su altre piattaforme come Coinbase, CEX e Kraken.

Tutti gli utenti per altro sono anche tenuti a condividere una quantità invadente di informazioni personali come anche le transazioni, ma solo se raggiungono una soglia maggiore o uguale a 10.000 dollari.

Anche se sono state aggiunte altre posizioni, ancora oggi il servizio non è disponibile in tutti i Paesi.

Al contrario, ad esempio Coinmama, offre acquisti con carte di credito simili per tutti gli utenti in qualsiasi parte del mondo.

Bitstamp inoltre supporta solo 4 criptovalute ed è un limite questo. Per altro non è neanche veloce, nell’aggiungere nuovi altcoins importanti come Bitcoin Cash & Ethereum.

Infatti essa è molto lenta nei confronti delle concorrenti senza considerare anche le commissioni insolite che sono applicato ai conti utente.

A parte tutto, vi è da segnalare le tariffe delle commissioni che sono tra le più economiche oggi presenti sul mercato rispetto a molti altri Exchenge di criptovalute come ad esempio CEX o Coinmama.

Bitstamp Itala: opinioni e considerazioni

bitstamp - trading

Bitstamp Itala: piattaforma di trading

Nel giro di appena 6 anni, ha spostato il suo quartier generale ben 2 volte.

Questo vuol dire che ha effettuato un trasferimento dalla Slovenia a Londra già nell’aprile 2013. Il suo intento fu quello di cercare migliori opportunità finanziarie e legali per il proprio business.

A quel tempo, non tuti i governi centrali sapevano come gestire Bitcoin. Per altro le aziende che si stavano sviluppando in quel periodo intorno a questo nuovo business, non sapevano bene quali erano le leggi applicate in materia da parte dei governi nazionali.

Rimanere in Slovenia significava fare i conti con un governo che si è dimostrato ostile e complicato per Damijan e Nejc per gestire una Exchange di bitcoin.

A differenza, invece, i regolatori nel Regno Unito non avevano ancora sviluppato il quadro normativo per rilasciare una licenza finanziaria legata alle criptovalute.

Qui tutti gli enti di regolamentazione hanno dato il via libera alla nascita e allo sviluppo dell’Exchange.

Ecco che in questo caso, Bitstamp riuscì a autoregolarsi ad un livello pari a quello degli istituti finanziari tradizionali autorizzati.

Cominciò a questo punto la sua fase di richiesta di informazioni ai suoi clienti al fine di fornire documenti per dimostrare che la loro identità era conforme ai requisiti richiesti dalla Know Your Customer (KYC) e Anti-Money Laundering (AML).

Ecco quindi che anche questa piattaforma inizia a chiedere i famosi documenti inerenti alla verifica del tuo conto di trading.

Solo nell’aprile 2016, poi, la società ha trasferito di nuovo il suo quartier generale.

In questo caso, si è spostata in Lussemburgo, ma solo a seguito della concessione da parte del governo della licenza per operare come istituto di pagamento (tipo Paypal e Skrill per intenderci).

Ecco che il riconoscimento normativo ha reso Bitstamp la prima exchange borsa di criptovalute completamente regolamentata nell’UE.

Grazie alla sua nuova licenza, oggi possiamo dire che tutti gli utenti europei possono iscriversi e star certi che si tratta di una piattaforma regolamentata.

In breve oggi può operare nei 28 stati membri dell’UE.

Bitstamp Italia offre gli stessi servizi offerti da IQ Option, anche se al momento di livello inferiore
 

Come prelevare e depositare su Bitstamp

Al fine di avere un’idea sulle Bitstamp opinioni e recensioni, noi abbiamo fatto molto di più.

Abbiamo sbirciato e richieste le opinioni a molti dei trader che la utilizzano.

Per far questo ci siamo serviti della piattaforma Trustpilot, che è un sistema di recensione molto efficace e riconosciuto in tutto il mondo.

Non abbiamo riscontrato molti commenti, ma quello che abbiamo potuto notare è che il sistema di prelievo non è ancora ben funzionate.

In pratica molti lamentano il fatto che ancora ci sono delle zone buie in merito alla ricezione dei bonifici e soprattutto nella procedura di verifica dei documenti che pare esageratamente complessa.

A questo punto, ti vogliamo porre una domanda: conosci bene le criptovalute con cui vuoi operare?

Se sei un po’ titubante, allora ti consigliamo di leggere i nostri approfondimenti:

Bitstamp Italia: dove possono investire?

bitstamp criptovalute

Bitstamp Italia: criptovalute dove è possibile investire

A questo punto, non ci resta che analizzare le offerte che Bitstamp offre.

Ricordiamo prima di tutto che questa piattaforma possiede uffici in Londra, in Slovenia e a Berkeley, in California.

Per altro, al di fuori del territorio Europeo, Bitstamp supporta i servizi in quasi 50 paesi.

L’elenco comprende anche Stati Uniti, Cina, Corea del Sud, Sudafrica, Brasile e Australia.

Per altro l’Exchange è uno dei pochi che accettano carte di debito e di credito.

A questo punto non ci resta che comprendere cosa possono acquistare su questa piattaforma. Al momento essa offre

  • bitcoin;
  • ripple;
  • litecoin.

E’ possibile acquistare tutto questo tramite carta Visa o MasterCard.

Infine, devi anche chiedere alla tua banca o al gestore della tua carta che essa sia approvata per tale uso.

Tieni anche presente che il tuo Paese di residenza deve essere uno di quelli presenti al’interno della convenzione con il broker e come tale che sia supportato da Bitstamp.

Puoi anche depositare monete tradizionali fiat come ad esempio euro o dollaro tramite bonifico bancario in euro (SEPA).

Tutti i trasferimenti SEPA in Bitstamp sono efficienti, economici e veloci anche se ci impiegano 3 giorni.

Attenzione però a non fare errori nella scrittura della causale, altrimenti il bonifico va perso.

A questo punto, non ci resta che analizzare nel dettaglio quelle che sono le criptovalute supportate dalla borsa exchange bitstamp italia

Criptovalute disponibili in Bitstamp

Abbiamo solo elencato in precedenza gli asset o le criptovalute con cui puoi fare trading.

A questo punto, possiamo dire che Bitstamp ha completato 2 serie di investimenti.

Nel dicembre 2013, Pantera Capital ha investito ben 10 milioni di dollari nella società come unico partecipante.

All’inizio del 2017, e precisamente nel gennaio 2017, Bitstamp ha gestito una raccolta fondi sul sito web di investimento BnkToTheFuture e ha raccolto altri 4 milioni di dollari.

Nel primo mese del 2017, Bitstamp era esclusivamente una exchange di bitcoin.

Da allora in poi, invece esso ha migliorato le sue performance ed ha aggiunto altre criptovalute alle sue opzioni di negoziazione.

Successivamente l’elenco delle criptovalute si è aggiornato fino a supportate oltre a bitcoin anche Litecoin e Ripple.

La borsa ex slovena ha anche aggiunto ethereum il 17 agosto 2017.

Con solo quattro 4 supportate, Bitstamp accetta meno monete virtuali di altre borse globali.

Se essa viene rapportata a Coinbase è possibile notare che quest’ultima ne supporta ben 5 di criptovalute, Bitfinex 14, Kraken 14 e Poloniex 27.

Se invece la confrontiamo con IQ Option è possibile notare coem questa ne supporta ben 12.

Leggi anche: IQ Option Trading CFD: novità 2017 – demo –  recensioni

Prova il cotno demo gratuito Iq Option

Il valore minimo in dollari di Bitstamp per il trading in qualsiasi coppia di valuta sulla piattaforma è $ 5.

Bitstamp in breve si posiziona al 6° posto in classifica in termini di volume di negoziazioni, visto e considerato che controlla ben l’8,9% del mercato globale.

Ad esempio, nei primi 6 mesi del 2017, la borsa ha trattato transazioni con un valore combinato di quasi $ 12 miliardi di dollari.

Ecco che sulla base di questi dati, Il sito Bitstamp riceve più di 15 milioni di visitatori al mese, con circa il 28% dei visitatori proveniente da dispositivi mobili.

Il traffico di Bitstamp nonostante tutto non lo possiamo paragonare ancora a quello di Coinbase (95,8 M), il quale rimane molto inferiore. Non lo si può paragonare neanche a quello di Kraken (38,7 M) e Poloniex (95,8 M).

E’ invece superiore a quello di Bitfinex (12.5M).

Bitstamp come funziona? video spiegazione di come iscriversi

La piattaforma in breve opera attraverso il sito Web e tramite app mobile.

La maggior parte del suo traffico però arriva dal web, con un punteggio, rilasciato nelle recensioni, abbastanza buono.

Bitstamp italia piattaforma: opinioni e recensioni

bitstamp piattaforme

bitstamp piattaforme

A questo punto, non possiamo non prendere in considerazione le recensioni dei trader, ovvero dei clienti, che hanno anche la possibilità di sviluppare il proprio software per accedere e gestire i propri conti.

Bitstamp ha reso per altro possibile anche l’accesso ai propri servizi alle app di terze parti offrendo un’API personalizzata.

A questo punto, una valutazione in merito indica alcuni dei problemi più segnalati, ovvero i tempi di inattività (66%) e i trasferimenti (33%).

Qui i trader, gli utenti, hanno indicato dei problemi di accesso, specialmente se non si ricevono codici di verifica.

App mobile

bitstamp

bitstamp

In merito all’app mobile possiamo dire che l’exchange offre il suo servizio sia per Android sia anche per Apple.

Gli utenti mobili possono in breve effettuare ordini, come anche depositi e prelevare fondi.

Tuttavia, queste applicazioni mobili hanno ricevuto più feedback negativi che positivi.

Le principali questioni in questo caso che sono state poste in evidenza dagli utenti, riguardano le recensioni e includono il fatto stesso che l’assitenza clienti è lenta nel rispondere, come anche la difficoltà nell’esecuzione degli ordini, in particolare quelli che riguardano Ripple e i grafici.

Come possiamo dunque definire questa piattaforma?

La potremmo anche definire come una delle piattaforme leader dell’Europa occidentale adatta a tutti i trader che vogliono investire e fare trading di Bitcoin.

Per altro essa la si potrebbe anche utilizzare al fine di fare trading su altre criptovalute, anche se la sua offerta ad oggi è molto limitata.

A questo punto, non ci resta che approfondire l’argomento in merito.

Quali sono le alternative a bitstamp? Esistono altre exchange o portafogli elettronici?

Le piattaforme che permettono di negoziare e fare trading online oggi sono molte.

Noi ti possiamo anche dire che ve ne sono alcune che sono migliori di altre a pari condizioni.

Come spesso ti viene ricordato, meglio operare con un partner con licenza Europea anche in merito alla tassazione.

In merito ai guadagni con Bitcoin non vi saranno sorprese ed è meglio non avere dei contenzioni con l’agenzia delle entrate.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
eToro
eToro OpinioniConto demo
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
ITRADER
ITRADER OpinioniConto demo
DUKASCOPY EUROPE
DUKASCOPY EUROPE OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

TommasoP

Lascia un Commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com